A novembre ho partecipato insieme al mio team all’attesissimo World Travel Market (WTM) di Londra. All’evento erano presenti oltre 5.000 espositori e 50.000 professionisti dell’industria del turismo e dell’ospitalità, che hanno raggiunto Londra da ogni parte del mondo per parlare di metasearch marketing, trend del settore e tanto altro.

Tra un incontro e l’altro con gli albergatori, dinamiche sessioni informative e interventi dei rappresentanti di punta dell’industria, abbiamo preso nota dei momenti chiave della giornata per poterli poi condividere con chi non ha potuto partecipare. Ce n’è uno in particolare che per te è imperdibile: il Direttore di Hotel ICON ha svelato agli albergatori la sua efficace strategia di marketing, che potrai scoprire in questo articolo.

Nei prossimi mesi rivaluta la gestione della tua attività alberghiera prendendo in considerazione questa strategia e gli altri utili consigli che troverai nel post. Se lo farai, il prossimo anno potrai aspettarti ancora più successo.

I viaggiatori passano da un sito all’altro: convincili a prenotare prima che abbandonino il tuo

Edward Lines di Google ci ha ricordato quanto la tecnologia faccia ormai parte della nostra vita. Stando a quanto ha affermato, in media sblocchiamo il nostro cellulare 150 volte al giorno.

Cosa facciamo online? Passiamo il tempo e sconfiggiamo la noia visitando vari social media durante la giornata. Guardiamo le foto che ci colpiscono e leggiamo i titoli più interessanti, poi apriamo i siti collegati e diamo uno sguardo a qualche articolo.  Edward chiama questi minuti della giornata dedicati a navigare sui social media e a passare da una pagina all’altra “micromomenti”.

La buona notizia è che uno dei temi principali di questi micromomenti sono i viaggi.

E quando un utente ha in mente un viaggio, può visitare anche 20 siti web per fare ricerche, trovare informazioni e lasciarsi ispirare. Una volta che è pronto a prenotare, però, può infastidirsi facilmente se il sito non corrisponde alle sue aspettative. Il fatto che il viaggiatore medio visiti circa altri 20 siti web di hotel prima di prenotare il suo soggiorno ne è l’esempio.

La soluzione, quindi, è distinguerti dalla concorrenza e incoraggiare i viaggiatori a prenotare direttamente sul tuo sito web migliorandone innanzitutto la funzionalità. Richard Hatter di Hotel ICON ha suggerito agli albergatori che hanno partecipato al WTM di passare da iOS a HTML 5, per garantire agli utenti una maggiore facilità di navigazione e un processo di prenotazione intuitivo e comodo. Se questo consiglio ti sembra un po’ troppo tecnico, prova a seguire questi altri suggerimenti.

Ai viaggiatori non basta visitare un luogo: vogliono entrare in contatto con le persone

Oggi più che mai, i viaggiatori vogliono vivere un’esperienza unica. Le tipiche trappole per turisti non li soddisfano più e chi gestisce attività nel settore, grandi o piccole che siano, se ne è già accorto. Sempre più app e start-up decidono di collaborare con gli abitanti delle varie mete per offrire ai viaggiatori dei momenti indimenticabili. Qual è l’obiettivo finale? Dare un tocco umano ai viaggi in un mondo sempre più digitalizzato.

Mario Hardy della Pacific Asia Travel Association (PATA) ha affermato che oggi le persone sono alla ricerca di esperienze autentiche da condividere con gli altri, cosa che viene resa possibile dalla tecnologia digitale.

C’è un motivo ben preciso se le app e le aziende che ci permettono di viaggiare con un conducente del luogo invece che in taxi, o di mangiare un pasto fatto in casa con gli abitanti del posto invece di andare al ristorante da soli, stanno diventando sempre più popolari: combinano la nostra passione per il digitale con il nostro desiderio di entrare in contatto con le persone. Questo tipo di esperienze sono spontanee, perfette per i viaggi lampo e autentiche al 100%, e ci fanno immergere in un contesto locale che altrimenti non avremmo mai scoperto.

Quando scatti le foto da condividere con i tuoi potenziali ospiti, approfitta della bellezza naturale del luogo in cui si trova il tuo hotel e entra in contatto con le aziende locali per offrire ai viaggiatori esperienze uniche.  Racconta inoltre la storia del tuo hotel sui social media (articolo in inglese) ricorrendo a un approccio personale e familiare, che faccia sentire i tuoi ospiti a casa.

Per gli hotel indipendenti di successo, il marketing è una questione digitale

Di tutti gli eventi, le conferenze e le dimostrazioni pratiche che hanno caratterizzato il WTM di Londra, la strategia di hotel marketing condivisa da Richard Hatter è il tema più interessante per gli albergatori come te.

Richard gestisce l’Hotel ICON (sito in inglese) ad Hong Kong, in un mercato incredibilmente competitivo. Hotel ICON è una struttura indipendente e un marchio relativamente nuovo nell’industria, eppure è diventato l’hotel numero uno nella regione in termini di RevPAR (fatturato generato per camera disponibile). Il segreto di questo successo? Le iniziative di digital marketing dell’hotel e l’impegno e il budget investito dal team di Richard nelle pubbliche relazioni.

Se vuoi che il tuo sito compaia tra i primi risultati di ricerca online, segui il suggerimento di Richard e combina search engine marketing (SEM), search engine optimization (SEO) e metasearch marketing. Ma non fermarti lì: usa la tecnologia per capire a fondo quale tipologia di viaggiatori attira il tuo hotel online. Approfitta degli strumenti di analisi del tuo sito web per scoprire chi è esattamente che lo visita.

Per aumentare ulteriormente il successo del tuo hotel, punta su un pubblico iperconnesso e lancia una serie di campagne di online marketing diverse che lo attirino verso il tuo sito. Richard consiglia agli albergatori di combinare banner, video pubblicitari (ad esempio su YouTube) e annunci mirati su Facebook (utilizzando l’algoritmo del pubblico simile).

Per ispirare i viaggiatori e convincerli a prenotare invece di abbandonare il sito, Hotel ICON dedica una parte importante della sua strategia di digital marketing ai contenuti.  Grazie a foto che non passano inosservate e a descrizioni accattivanti, i potenziali ospiti riescono a farsi un’idea dell’esperienza che potrebbero vivere se scegliessero quell’hotel per il loro soggiorno. In più, per aumentare le prenotazioni dirette, il team di Hotel ICON ha creato un messaggio dal forte impatto che appare quando gli utenti si soffermano per un po’ sulla pagina.

Vuoi ricevere anche tu più prenotazioni dirette e ridurre le costose commissioni che sei fin troppo abituato a pagare? Non vedi l’ora di migliorare la strategia di metasearch marketing del tuo hotel? Prova la nostra piattaforma gratuita: registra subito il tuo hotel su trivago.it/hotelmanager.

mm

trivago Hotel Manager Blog

Il team del blog di trivago Hotel Manager è composto da un appassionato gruppo di esperti dell'industria e giornalisti, che si occupano degli argomenti chiave del settore dell'ospitalità. Il team pubblica articoli su tecnologie per hotel, hotel marketing, trend e eventi, e condivide consigli per tenere gli albergatori informati e aggiornati, dando loro le conoscenze di cui hanno bisogno per essere competitivi online.

More Posts

Iscriviti adesso per ricevere gli ultimi consigli di hotel marketing direttamente via email.
Placeholder Placeholder