Millennial, millennial e ancora millennial. Se non sai chi sono ti stai decisamente perdendo qualcosa. Nel giro di pochi anni questa generazione si è contraddistinta per un potere d’acquisto di tutto rispetto, capacità tecnologiche elevate e uno spiccato gusto per la riscoperta. Questo gruppo di impetuosi ventenni e trentenni è determinato a vivere al massimo e non ha paura di spendere il tanto sudato stipendio per concedersi uno sfizio. Questa generazione, più di tutte quelle che l’hanno preceduta, ha capito quanto poco senso abbia portarsi i soldi nella tomba.

Il millennial sta cambiando il modo in cui l’italiano medio viaggia, concepisce la cucina e prende decisioni. Perché? Perché ha un potere d’acquisto tale che i mercati hanno risposto alle sue esigenze in modo specifico. Oggi le aziende di tutto il mondo si rivolgono direttamente a questo gruppo, influenzando di riflesso le scelte delle altre generazioni, e secondo molti in meglio.

Quindi, invece di parlarti degli ultimi trend di viaggio di quest’estate, mi concentrerò sulle preferenze di questo gruppo in particolare. Ti spiegherò perché dovresti rivolgerti ai millennial sia durante i mesi più caldi che nel resto dell’anno. E penso proprio di avere le carte in regola per farlo, dato che sono uno di loro.

I nostri agenti di viaggio siamo noi

Proprio così. La gran parte di noi non è mai entrata in un’agenzia di viaggio. Non sappiamo nemmeno perché esistano posti simili. Sul serio! Ora, questo non significa che siamo tutti dei maghi della tecnologia così immersi negli abissi dei nostri smartphone da non accorgerci del mondo che ci circonda. Pensaci un momento. Molti di noi hanno trascorso quasi metà della vita senza sapere che cosa fosse Internet. Ci ricordiamo i primi computer che sono apparsi a scuola. Anzi, IL primo computer. Vero… almeno all’inizio era solo uno.

Ma, come sai bene, le cose sono cambiate e in fretta. E noi siamo stati i primi a testarle. Abbiamo imparato a usare Internet mentre stava ancora prendendo forma: per noi cercare alloggi per le vacanze e usare motori di prenotazione è una passeggiata. Ci viene tutto così naturale che mamma e papà ci chiedono spesso aiuto per organizzare i loro viaggi. I loro amici stanno iniziando a fare lo stesso e, in un certo senso, siamo diventati degli agenti di viaggio. Ho già detto che abbiamo anche una certa influenza?

Non saremo ancora il gruppo che spende di più, ma stiamo per diventarlo. Crescendo, la nostra generazione si sposterà sempre di più. Viaggiamo già per lavoro e per piacere e con il passare degli anni e l’aumento del budget a disposizione lo faremo più spesso e alzeremo i nostri standard. Abbiamo iniziato a viaggiare da soli o insieme a fratelli, sorelle e amici intorno ai vent’anni o poco prima e ora stiamo iniziando a farlo anche con le nostre famiglie. L’ipotesi di partire con persone di età più o meno distanti dalla nostra per noi non è così remota: un bel viaggetto con mamma, papà e nonna.

Sicuramente cerchiamo cose diverse rispetto ai figli del boom economico. Vogliamo il massimo come rapporto qualità/prezzo. Ma chi crediamo di prendere in giro? Ci piace approfittare di offerte vantaggiose, ma l’idea di sacrificare praticità e comfort ci attira meno di quanto puoi immaginare. Quelli di noi che stanno per compiere o hanno già compiuto trent’anni si sono già appassionati all’universo degli hotel di design e sono alla ricerca di servizi extra. Però c’è una cosa che non può mancare mai, indipendentemente dal prezzo: sto parlando di Internet. Scegliamo sempre hotel che offrono la connessione gratis.

Abbiamo una certa influenza

Siamo quasi sempre online e questo per te è un grande vantaggio, dal momento che usiamo la connessione dell’hotel per pubblicare aggiornamenti e foto del nostro viaggio in tempo reale. Ma abbiamo una strategia precisa: pubblichiamo solo qualche anteprima, in modo da stuzzicare l’attenzione di chi è rimasto a casa. La “selezione ufficiale” arriverà solo quando saremo tornati e avremo già iniziato a organizzare, o a sognare, la prossima vacanza.

Fatti un regalo: quest’estate, promuovi il tuo hotel fra i millennial. Avere dei millennial come ospiti è un po’ come assumere degli addetti al marketing, solo se si trovano bene però… ma questo è ovvio. Durante il nostro soggiorno scattiamo foto artistiche (quasi semiprofessionali) e combattiamo una battaglia costante e non troppo segreta per superarci a vicenda a colpi di viaggi e post sui social. E tutto questo per te è un enorme vantaggio. Incoraggiaci a pubblicare le foto che scattiamo sui tuoi social media oppure a taggare il tuo hotel nei nostri post.

Possiamo già contare su un pubblico affezionato online. I nostri follower sui social media, i nostri amici, parenti e colleghi ci seguono in tutti i viaggi che facciamo. Quando siamo in vacanza, offriamo a te e alla tua struttura l’opportunità di ottenere gratis una pubblicità eccezionale. E oltre a essere influenti, ci lasciamo ispirare molto facilmente: siamo sognatori e le foto condivise dai nostri amici sui social media ci spingono a fare viaggi simili e viceversa.

Ci lasciamo ispirare facilmente, online

Utilizziamo Internet alla ricerca di sensazioni. Sì, dovremmo goderci il presente, e lo facciamo, ma nei tempi morti delle nostre giornate ricorriamo ai dispositivi mobili, ad esempio quando rimaniamo bloccati nella metro per un’ora o mentre siamo in coda alle macchinette del caffè. Dato che quello che ci circonda in quei momenti non è fonte di grande interesse, cerchiamo dei contenuti per riempire il vuoto. Cibo, bevande, viaggi… In generale, i contenuti sullo stile di vita, molto stimolanti dal punto di vista visivo, non mancano mai nei nostri browser.

Se utilizzi i social media per condividere foto della tua struttura e dei dintorni, è molto probabile che le vedremo. Fai attenzione perché il nostro occhio è molto attento! Per attirare la nostra attenzione, dovrai pubblicare solo immagini di alta qualità ed evitare di condividere vecchie foto senza un motivo particolare. Prima delle vacanze estive posta immagini legate all’estate, come il lungomare, la spiaggia, la piscina o i giardini. Per quanto riguarda i social media, concentrati sui dettagli. Pubblica foto di cocktail estivi serviti in terrazza oppure usa primi piani di fiori per raccontare una storia.

Cerchiamo esperienze uniche

In breve, viaggiamo, invogliamo gli altri a fare altrettanto e spendiamo sempre più soldi per le vacanze. Ma non andiamo in un posto solo per il piacere di dire “ok qui ci sono stato”. Partecipiamo ad attività, incontriamo persone nuove e ci immergiamo in culture diverse dalla nostra per vivere esperienze sempre nuove. Immagina il tipico millennial come qualcuno che ha una lista di cose che vuole provare nella vita, una lista che consulta e aggiorna molto spesso. Quando pubblicizzerai il tuo hotel fra i millennial quest’estate, pensa se hai qualcosa da offrire all’altezza di quella lista.

E pensa anche a quello che offrono i dintorni. Un’escursione a cavallo all’ombra dei castagni o una sagra locale potrebbero essere proprio ciò di cui abbiamo voglia. Ci interessa tutto quello che accade nei pressi del tuo hotel. Sfrutta i social media e il sito dell’hotel per far conoscere ai potenziali clienti le esperienze locali legate alla stagione.

Il tuo hotel si rivolge già ai millennial? Se sì, raccontaci come usando il campo dei commenti in basso. Se il tipo di ospiti che soggiorna nel tuo hotel sta cambiando, parlacene qui o su Twitter.

mm

trivago Hotel Manager Blog

Il team del blog di trivago Hotel Manager è composto da un appassionato gruppo di esperti dell'industria e giornalisti, che si occupano degli argomenti chiave del settore dell'ospitalità. Il team pubblica articoli su tecnologie per hotel, hotel marketing, trend e eventi, e condivide consigli per tenere gli albergatori informati e aggiornati, dando loro le conoscenze di cui hanno bisogno per essere competitivi online.

More Posts

Iscriviti adesso per ricevere gli ultimi consigli di hotel marketing direttamente via email.
Placeholder Placeholder