Un nuovo anno è iniziato e gli esperti del settore alberghiero cercano di prevedere quali saranno i trend dei prossimi dodici mesi, sia per i viaggiatori che per gli addetti ai lavori.

Se Skift è partito dalla situazione del 2017 per interrogarsi sulle novità che si annunciano per il 2018, Tnooz si è concentrato sui trend emergenti che potrebbero diventare il fenomeno dell’anno. Forbes invece ha analizzato i fattori che stanno trasformando profondamente questo settore, mentre Hotel Management si è dedicato agli aspetti destinati a diventare la “nuova normalità” nel design degli hotel.

Cosa dobbiamo aspettarci quindi nel 2018 secondo gli opinion leader e gli esperti del settore alberghiero? Ecco alcuni dei principali trend alberghieri di quest’anno.

La distribuzione degli hotel nel 2018: spazio alle prenotazioni dirette e alle case vacanze

Il metasearch facilita le prenotazioni dirette

Se il 2017 ha visto la trasformazione di alcuni metasearch in meta-siti di prenotazione ibridi, la facilitazione delle prenotazioni potrebbe rivelarsi il trend più interessante del settore per il 2018. Attraverso le prenotazioni facilitate, il metasearch aiuterebbe gli hotel a ottenere prenotazioni dirette e garantirebbe ai viaggiatori un’esperienza di prenotazione lineare, grazie a una piattaforma ottimizzata per le conversioni.

Nel caso di trivago Express Booking, la presenza di un inserzionista con una forte identità di brand nel percorso di conversione indica chiaramente al viaggiatore con chi sta prenotando.

Case vacanze

Nel 2017 sempre più viaggiatori hanno cercato sistemazioni alternative e i canali di marketing hanno provato a offrire agli utenti esperienze di ricerca personalizzate e una scelta più ampia. Nel 2018 questo trend potrebbe consolidarsi con un aumento delle case vacanze disponibili su un numero maggiore di canali di distribuzione alberghiera.

La tecnologia per hotel nel 2018: blockchain, cloud e dispositivi mobili

Tecnologia blockchain

Nel 2017 la tecnologia blockchain ha giocato un ruolo di primo piano nell’economia globale  e secondo alcune fonti potrebbe avere un impatto dirompente anche nel settore alberghiero nel nuovo anno.

Software di gestione basato sul cloud

Nel 2018 la qualità dell’esperienza degli ospiti sarà sempre più un fattore chiave. Gli hotel di tutte le dimensioni stanno quindi cercando di snellire i processi operativi e semplificare la comunicazione tra i membri dello staff, grazie a sistemi di gestione basati sul cloud.

Funzionalità per dispositivi mobili e comandi vocali

Se il fenomeno emergente dello scorso anno è stata la crescita delle prenotazioni online, oggi sono i dispositivi mobili a farla da padrone. Fornire un’esperienza di prenotazione eccellente anche da mobile è ormai un imperativo per gli albergatori e anche la ricerca a comando vocale si sta diffondendo rapidamente.

Hotel marketing nel 2018: automatizzato, aggiornato in base alla strategia SEO e incentrato sui dati

Chatbot e marketing conversazionale sui siti web degli hotel

Il percorso di conversione si basa ormai su due capisaldi fondamentali: la velocità delle informazioni e l’esperienza dell’utente, entrambi supportati dai moderni chatbot. Non sarebbe una sorpresa, quindi, se questi bot multifunzionali, economici e di forte impatto si diffondessero sui siti web di molti hotel nel 2018. Lo scopo? Ovvio, spingere i viaggiatori a prenotare.

Strategie SEO per il mobile

Si prevede che quest’anno l’indicizzazione pensata per il mobile sarà completamente implementata. Ciò significa che la creazione di siti web e pagine di prenotazione ottimizzati per i dispositivi mobili diventerà una priorità per numerosi hotel nei prossimi mesi.

Utilizzo dei dati

Le tecniche di marketing online stanno diventando sempre più strategiche e mirate e ciò significa che nel 2018 gli hotel sfrutteranno ancor più i dati per raggiungere il pubblico giusto proponendo il contenuto più appropriato. Le informazioni basate sui dati permetteranno inoltre agli hotel di adottare tariffe competitive su tutti i canali di marketing.

Le camere d’hotel nel 2018: un design più semplice e naturale, ma dal cuore tecnologico

Dispositivi interconnessi

Che siano già una realtà o che lo diventino presto, le camere intelligenti ispirate all’Internet delle cose sono destinate a essere sempre più presenti nel 2018. Agli ospiti basterà qualche tocco sullo smartphone per aprire la porta, regolare luce e temperatura e guardare le loro serie Netflix preferite sulla TV.

Un design minimalista e ispirato alla natura

La tendenza per gli hotel che intendono rinnovarsi è quella di semplificare al massimo le camere per gli ospiti, aumentando gli spazi comuni e scegliendo uno stile che integri piante e luce naturale, senza dimenticare qualche presa di corrente in più, magari nascosta.

La fidelizzazione dei clienti nel 2018: reputazione online, offerte speciali e programmi fedeltà di nuova concezione

Gestione della reputazione online

Il passaparola ha ormai assunto una dimensione digitale ed è tenuto in grande considerazione dai viaggiatori quando prenotano un hotel. La gestione della reputazione online è diventata uno strumento importante per aumentare le prenotazioni e fidelizzare i clienti online.

Programmi a premi e incentivi di nuova concezione

Il 2017 ha visto la presentazione di programmi fedeltà rinnovati da parte di alcuni importanti operatori alberghieri, con iniziative che hanno riscosso grande attenzione e hanno spinto anche altre catene e strutture indipendenti a ripensare o a proporre programmi fedeltà completamente nuovi per il 2018.

Offerte speciali degli hotel

Una nuova funzionalità della piattaforma di marketing di trivago permette agli hotel di pubblicare offerte speciali sul proprio profilo, con l’obiettivo di attirare l’interesse dei viaggiatori e favorire la prenotazione sul sito. I dettagli di contatto dell’hotel vengono visualizzati accanto all’offerta speciale, incentivando così la comunicazione tra l’ospite e l’albergatore sin dall’inizio del percorso di conversione.

La sostenibilità dell’hotel nel 2018: obiettivi significativi, misurabili e raggiungibili

Obiettivi basati su dati scientifici

Il report globale sulla decarbonizzazione del settore alberghiero pubblicato da International Tourism Partnership verso la fine dello scorso anno stimola la riflessione.

Questo studio si propone di valutare l’impatto del settore alberghiero sulle emissioni di anidride carbonica e di identificare le azioni da intraprendere per allinearsi agli standard dell’Accordo di Parigi sul clima. Il report invita gli hotel a farsi parte attiva e a fissare obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio fondati su basi scientifiche per il proprio settore.

Il 2018 vedrà quindi la definizione di questi obiettivi e l’elaborazione di piani di azione concreti che permettano di raggiungerli.

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sul settore alberghiero nel 2018. Scoprirai se i trend anticipati in questo post diventeranno realtà e tutte le altre novità che di certo non mancheranno durante l’anno.

Fonti: Forbes, Hotel Management, International Tourism Partnership, Koddi, Moz, Net Affinity, Skift, Strategic Cointnooz

mm

trivago Business Blog

Il team del blog di trivago Hotel Manager è composto da un appassionato gruppo di esperti dell'industria e giornalisti, che si occupano degli argomenti chiave del settore dell'ospitalità. Il team pubblica articoli su tecnologie per hotel, hotel marketing, trend e eventi, e condivide consigli per tenere gli albergatori informati e aggiornati, dando loro le conoscenze di cui hanno bisogno per essere competitivi online.

More Posts