Uno, due, tre, via… In una gara di atletica è sicuramente più semplice, competiamo a vista con dei concorrenti per raggiungere un traguardo comune, il più veloce vince sugli altri. Nel mondo dell’hotellerie ci sono così tante variabili che è difficile stabilire chi sia esattamente la concorrenza, quale si possa definire un punto di partenza e quale d’arrivo (ammesso che ci sia), fare quindi hotel benchmarking.

Il dilemma: con chi mi confronto?

Ci si confronta ogni giorno con i propri numeri, con le proprie capacità e limiti, con un cliente che si evolve e quando arriva il momento di guardare a un gruppo di concorrenti o, se vogliamo, di prodotti simili con cui misurarsi per alcuni parametri, non è così semplice, nonostante oggi la rete fornisca pubblicamente informazioni molto preziose sul prezzo, i servizi, le recensioni.

In un metasearch come trivago, poi, dove la competizione viene espressa ai massimi livelli per garantire all’utente un punto di partenza neutrale a cui affidarsi per iniziare la propria ricerca dell’hotel ideale e filtrare la lista dei risultati per servizi e tipologia alberghiera desiderata, stabilire chi sia il proprio concorrente non è affatto semplice. La categoria alberghiera, così come la prossimità stanno diventando parametri sempre meno rilevanti per il benchmarking, mentre la reputazione ha assunto un peso sempre più importante.

Fattori da considerare nel tuo benchmarking

Considerare nel proprio benchmarking solo le strutture di pari livello sia in termini di classificazione che di capacità nella propria città offre una visione piuttosto limitata del mercato in cui ci muoviamo.  Soprattutto non ci dice moltissimo sul tipo di cliente che intercettiamo e su come il nostro brand e prodotto viene percepito dal mercato.

3 fattori da considerare:

  • l’ubicazione rispetto al punto specifico d’interesse turistico: i POI, i punti di  interesse (monumenti, ma anche palazzi storici, stadio, aeroporti, stazione…), sono strategici. trivago è attentissimo a includere e aggiornare nel suo filtro per distanza POI emergenti per ogni città del mondo. Assicurati da trivago Hotel Manager, il gestionale albergatori gratuito di trivago, di aver settato correttamente la tua mappa, in modo che ti trovino vicino ai punti di interesse di riferimento;

 

  • strutture che hanno posizionamenti simili sui portali di riferimento (metasearch, OTA, portali di viaggio…) per reputazione, prezzo e/o servizi. Il fattore di visibilità nei portali leader (il ranking) è diventato sempre più importante. Gli utenti guardano ad una lista come alle pagine di un giornale e scorrono le informazioni in sequenza, va da sé che per i parametri preferiti (es. reputazione) il traffico che le schede hotel generano è proporzionale alla loro visibilità. Potresti trovare anche un hotel che per categoria o prezzo è superiore o inferiore a te, ma se la lista reputazionale ti mette in sequenza in più di un portale considera che questo hotel con cui sei spesso “accoppiato” nella lista dei risultati può essere considerato a buon diritto un possibile concorrente;

 

  • strutture con penetrazione di brand e posizionamenti nel mercato simili: questo è il benchmarking più difficile perché specifico per un certo tipo di target. Per esempio, sei un hotel per famiglie al mare? Devi considerare non solo gli hotel per famiglie al mare della tua città, ma anche della tua regione e, non sbaglierai di certo, se ti proietterai anche su un piano intraregionale (es, nord-est italia) guardando ai tuoi concorrenti anche su scala nazionale. L’analisi semantica in questo può venirti d’aiuto perché ti aiuterà a capire quali servizi aggiungono valore al tuo hotel per il tuo tipo specifico di target.

 

La concorrenza nel metasearch

Sul metasearch la concorrenza è parte della sua natura ed esiste un set di concorrenti quasi “invisibile” che è esattamento colui o coloro che, se non scelgono te, molto probabilmente verranno scelti come alternativa. Nel calcolo delle probabilità il metasearch ti conosce molto bene, ha tracciato le ricerche di quasi un miliardo e mezzo di persone all’anno e sa bene come ti trovano (visibilità, servizi, reputazione, filtro per distanza dai POI…) così come quali sono le alternative più frequenti a te. I principali fattori da considerare per il tuo benchmarking sono insiti nella sua natura di portale di comparazione e confronto.

Come puoi trarre vantaggio da questa situazione?

Fai login su trivago Hotel Manager e guarda il tuo rendimento su trivago, troverai nella tua dashboard un grafico riassuntivo su quante visualizzazioni (visite) e click (visitatori al portale di prenotazione) trivago ha generato per il tuo hotel.  Con l’upgrade PRO, alla sezione  “confronta prezzi” potrai mettere a confronto il tuo hotel con la concorrenza e scegliere i 5 concorrenti che vuoi monitorare sull’andamento prezzi. Qualche consiglio su come sceglierli in questo video.

benchmarking hotel trivago
trivago PRO andamento prezzi della concorrenza “Rate Insights”

Nella versione PRO di trivago Hotel Manager con il “Rate Insight” saprai all’istante quale il prezzo minimo che i tuoi concorrenti applicano giornalmente, settimanalmente o mensilmente per ogni tipologia di camera e in un qualsiasi canale di distribuzione in cui sono presenti su trivago per i successivi 12 mesi. trivago confronta oltre 200 siti di prenotazione, oltre a scoprire nuove opportunità di distribuzione che magari avevi sottostimato, conoscerai subito quale strategia di pricing da applicare con minor rischi.

benchmarking hotel trivago
Le OTA disponibili nel controllo prezzi della concorrenza “Rate Insight” di trivago PRO

Non solo, potrai settare delle notifiche, anche giornaliere, per sapere quando il livello dei prezzi subisce variazioni e conoscere tutte le mosse dei tuoi concorrenti.

Infine e questa la novità degli ultimissimi mesi sulla versione PRO del trivago Hotel Manager, scoprirai quale evento nella tua città ha un maggiore impatto sul volume di ricerca e fino a quanto ti puoi spingere con la tua tariffa. Magari avevi completamente sottostimato quel weekend in cui si volge la semifinale di rugby, oppure quel convegno sulla pelletteria alla sua seconda edizione. Viceversa, pensavi che quella famosa Fiera dei tappeti ti avrebbe portato al sold out, quando in realtà non sta avendo nessun influenza nella curva delle ricerche, di conseguenza non ha senso incrementare troppo il tuo valore per camera.

benchmarking hotel trivago
Volume di ricerca in una destinazione in relazione ad un evento sul “Rate Insights” trivago PRO

Vuoi saperne di più sul “rate insight” della versione PRO di trivago Hotel Manager?  Richiedi oggi stesso un consulto.

mm

Giulia Eremita

Sarda d'origine e forte di un'educazione in comunicazione e giornalismo, Giulia è un'esperta del settore dell'ospitalità. Fa parte del team di trivago da quando l'azienda era ancora agli inizi e ha contribuito con successo al lancio della piattaforma italiana. In qualità di Industry Manager per il mercato italiano, Giulia presenta i prodotti B2B di trivago agli operatori del settore e condivide messaggi chiave, news e consigli di marketing non solo tramite la stampa e i social media, ma anche durante eventi, conferenze e seminari sul turismo.

More Posts

Iscriviti adesso per ricevere gli ultimi consigli di hotel marketing direttamente via email.
Placeholder Placeholder