Lo avevamo annunciato a fine novembre, e alla BTO di Firenze abbiamo avuto modo di presentare il funzionamento del nuovo tool durante un’affollata sessione.

Considerato che molti non c’erano o non sono potuti entrare in sala, ho pensato di scrivere due righe di sintesi sul sistema, il suo funzionamento e sul perché affidarsi ad un metasearch per la vendita diretta.

Cos’è trivago Direct Connect? 

trivago Direct Connect (tDC) consente all’hotel di mostrare le tariffe ufficiali del proprio sito e di realizzare la prenotazione direttamente, senza intermediari.

Ecco come funzione per l’utente:

– L’utente trova tra le offerte gli hotel in Direct Connect, l’offerta appare immediatamente visibile e viene messa in evidenza da una striscia celeste. Se l’offerta risulta essere la migliore rispetto agli altri canali, apparirà anche sulla destra come il miglior prezzo (il 97% dell’utenza clicca qui);

– Il click viene reindirizzato alla landing page pertinente dove si trovano gli orari di check-in, check-out e importo, preselezionato su trivago (assicuratevi qui la massima coerenza delle informazioni). Al passaggio successivo si conferma l’offerta e quindi il suo acquisto. A seconda del sistema di prenotazione in uso serviranno uno o due passaggi prima della transazione finale;

– In questo momento l’utente online è diventato a tutti gli effetti un cliente della struttura, ma soprattutto ha scoperto che si può acquistare in modo pratico e sicuro anche sul sito dell’hotel. 

Come attivare trivago Direct Connect? 

– Attivare trivago Direct Connect è stato possibile fino ad oggi solo per quegli hotel serviti da tecnologie affiliate a trivago, prevalentemente sistemi di prenotazione, ma anche connettori di GDS come: Availpro, Fastbooking, Mirai, Nozio, Vertical Booking, Gestione Albergo, MMOne, Synxis, Trust, Pegasus, Amadeus, RezExchange, WuBook, Simple Booking, Travelclick, Myhotelshop. La gestione delle campagne su trivago è stata gestita da ogni operatore in autonomia e secondo il proprio modello commerciale;

– Da oggi è disponibile un sistema di attivazione e gestione delle campagne direttamente da trivago Hotel Manager, il gestionale alberghiero di trivago, attraverso il Campaign Manager. Molti altri sistemi di connettività, inclusi i channel manager, sono stati collegati nel frattempo per poter ampliare il raggio d’azione e dare a tutti la possibilità di mostrare le proprie tariffe su trivago;

– Testato con successo nell’anno scorso su un ristretto numero di albergatori nella sua versione beta, il sistema di gestione di trivago Direct Connect è disponibile ora in open beta, previa adesione;

– Tutte le richieste verranno vagliate per ordine d’arrivo e, valutata la fattibilità tecnica, ognuno potrà accedere al pannello di controllo, impostare il proprio budget, anche con limite mensile, fare una previsione sulla propria performance in termini di click e prenotazioni previste e seguire giorno per giorno gli sviluppi della campagna.

Come funziona trivago Direct Connect? 

Entriamo nel vivo dello strumento di gestione di trivago Direct Connect, come funziona? Semplicissimo! Una volta che si verrà giudicati idonei, si potrà accedere al pannello di controllo dal trivago Hotel Manager e gestire la campagna in autonomia.

Si potrà:

– Impostare il budget, inserire un limite mensile, attivare e disattivare la campagna a piacimento.

– Fare delle previsioni sui click generati da trivago e prenotazioni che si possono generare (trivago conosce tutto del tuo hotel, incluso il tuo traffico mensile!), quindi sulle performance possibili. Molto dipenderà dall’attrattività delle offerte e dalla cura nella gestione della scheda hotel di trivago (foto, dettagli e descrizione). Tutto ciò influisce molto sul posizionamento.

– Diversamente da altri strumenti di gestione delle campagne sui motori, non è richiesta nessuna commissione per l’attivazione e il costo che verrà pagato per ogni click (CPC) ricevuto da trivago non è fisso. trivago, e qui la grande novità, modula il CPC a seconda delle repentine variazioni di mercato. Potrà quindi scendere o salire a seconda delle opportunità e per raggiungere la migliore performance possibile. Con trivago Direct Connect si potranno conoscere le dinamiche della pianificazione e ricerca sui motori dell’utente, da un punto di vista privilegiato. trivago è attivo in 55 paesi, attrae attualmente 120 milioni di utenti al mese e processa oltre 4 milioni di ricerche alberghiere al giorno: una grande opportunità per le strutture alberghiere e le destinazioni. Nella versione beta aperta sarà possibile testare solo il proprio mercato, quello italiano, e quindi beneficiare del traffico di trivago.it. Piano piano verranno aperti tutti i mercati per i quali la struttura possiede un sito e la landing page del sistema di prenotazione nella lingua pertinente.

– Sarà possibile seguire la campagna in diretta e vedere quanti click sono necessari per realizzare una prenotazione effettiva, quale sia il transato generale e calcolare quindi il ROI e relativo costo sostenuto per ogni vendita (la commissione). Non sarà necessario analizzare tutto questo: trivago Direct Connect mostrerà tutto in diretta in una semplice schermata.

Cosa ci si può aspettare da trivago Direct Connect? 

Su questo sono chiaramente di parte. Lascio volentieri alcune dichiarazioni di chi l’ha inserito nelle sue campagne di metasearch marketing.

“trivago è diventato uno dei canali più redditizi per il gruppo NH Hotel.  L’integrazione diretta ci ha portato ad un consistente aumento nelle prenotazioni dirette attraverso il nostro canale di vendita così come un enorme aumento della visibilità.” – Stephan Keschelis, Vice President E-Commerce & Digital Transformation, NH Hotel Group

“Collaborare con trivago ci permette di ottenere più prenotazioni attraverso il nostro sito, considerando che i costi di distribuzione in media si rivelano essere più bassi delle commissioni imposte dai siti di prenotazione” dice Franco Sterl, e-Commerce Manager di B&B Hotels.

“Siamo riusciti a rafforzare il nostro canale diretto e la nostra campagna Direct Connect attuale è attiva a un costo di distribuzione inferiore al 15%”, spiega Martin Stürzer, direttore generale dell’Hotel Europäischer Hof di Monaco.

mm

Giulia Eremita

Sarda d'origine e forte di un'educazione in comunicazione e giornalismo, Giulia è un'esperta del settore dell'ospitalità. Fa parte del team di trivago da quando l'azienda era ancora agli inizi e ha contribuito con successo al lancio della piattaforma italiana. In qualità di Industry Manager per il mercato italiano, Giulia presenta i prodotti B2B di trivago agli operatori del settore e condivide messaggi chiave, news e consigli di marketing non solo tramite la stampa e i social media, ma anche durante eventi, conferenze e seminari sul turismo.

More Posts

Iscriviti adesso per ricevere gli ultimi consigli di hotel marketing direttamente via email.
Placeholder Placeholder