Notizie, eventi, nuovi prodotti, trend, best practices. Ogni giorno esce un nuovo pezzo, un articolo, una novità su cui essere aggiornati. L’industria dell’ospitalità è in continua evoluzione e così i suoi mezzi di informazione.

Chi lavora nel settore sa quanto è importante essere sempre aggiornato sulle novità e quanto ci sia bisogno di assimilare il maggior numero di informazioni per trovare qualche idea vincente che possa incrementare il successo della propria attività. La mole di informazioni presente è però davvero ingente. Vale la pena leggerle tutte?

Per aiutare gli albergatori e facilitare il processo, abbiamo pensato di fare una lista degli 8 mezzi di informazione B2B, cioè degli “addetti ai lavori”, assolutamente da non perdere. Perché da non perdere? Continua a leggere: lo abbiamo chiesto direttamente a loro.

Guida Viaggi

Sentiamo cosa ci dice il direttore Paolo Bertagni.

Cosa lo rende diverso rispetto a tutti gli altri media del settore?

Guida Viaggi è un cappello sotto il quale si trovano una serie di strumenti mediatici ognuno dei quali ha una caratteristica molto ben specifica. L’insieme di tutti questi strumenti mediatici che lavorano in maniera coordinata tra di loro fanno di Guida Viaggi un prodotto unico.

Che tipo di contenuti possono trovare gli albergatori su Guida Viaggi?

Facendo riferimento a quanto detto sopra, Guida Viaggi settimanale si occupa di approfondimenti e ricerche di mercato; GuidaViaggi.it di informazioni e notizie dell’ultimo minuto; Abouthotel.it di approfondimenti specifici solo del mondo alberghiero; SeeItaly (quadrimestrale) di argomenti di particolare interesse per gli operatori stranieri interessati a mandare turisti in Italia.

Hospitality News

Ci ha risposto il direttore editoriale Erminia Donadio.

Cosa lo rende diverso rispetto a tutti gli altri media del settore?

Sicuramente la pubblicazione di contenuti verificati direttamente con la fonte, il livello di approfondimento dei contenuti, l’attenzione e la sensibilità verso temi attuali ma non necessariamente quelli più discussi e trattati dalla stampa di settore. Molte nuove società che non erano presenti in Italia come anche eventi nuovi che non trovavano spazio sulle testate tradizionali e che necessitavano di supporto per iniziare a farsi conoscere ed entrare nel mercato, sono state ospitate e accompagnate da HN in questo percorso.

Che tipo di contenuti possono trovare gli albergatori su HN?

La risposta a questa domanda è anche parzialmente una risposta alla prima. HN si occupa di Ospitalità a 360°, quindi tutto ciò che ruota intorno a questo concetto con un focus particolare sugli alberghi, compresa la parte di Real Estate e un’attenzione particolarmente concentrata su tutto ciò che è l’ospitalità alternativa, a partire dagli appartamenti sino a includere tutte le nuove formule di ospitalità che non rientrano nella ricettività extra-alberghiera. Altri due elementi importanti sono il lusso e l’innovazione (start-up, tecnologia).

L’Agenzia di Viaggi

È la direttrice Roberta Rianna a risponderci.

Cosa lo rende diverso rispetto a tutti gli altri media del settore?

L’Agenzia di Viaggi si distingue per essere, ancora oggi, l’unico giornale di settore senza fiere né altre attività alle spalle. Rispetta una cadenza settimanale per il cartaceo e una quotidiana nei giorni feriali per sito web e newsletter. Nel 2015 ha avviato un percorso di rilancio, passando dal formato tradizionale al magazine, senza tradire la sua vocazione.

Pubblica, inoltre, ogni anno, L’Annuario del Turismo con i dati aggiornati di agenzie di viaggi, tour operator, aziende ed enti di promozione turistica con sede in Italia. Uno strumento che continua a essere un punto di riferimento per i professionisti del settore.

Che tipo di contenuti possono trovare gli albergatori su L’Agenzia di Viaggi?

Notizie sempre aggiornate su Olta (online travel agencies), metasearch e i rapporti tra questi e gli albergatori. L’Agenzia di Viaggi segue argomenti caldi del settore alberghiero, come la questione della parity rate, la lotta all’abusivismo portata avanti dalle principali associazioni di categoria, gli incentivi fiscali messi in campo dal governo. Aggiornamenti costanti anche sulle normative europee in materia turistica.

Il Glossario del Turismo, pubblicato periodicamente, è per gli albergatori un mezzo per colmare lacune su neologismi e terminologie innovative legate al marketing.

Travel Quotidiano

Stefano Gianuario, giornalista di Travel Quotidiano, ci racconta le caratteristiche del portale.

Cosa lo rende diverso rispetto a tutti gli altri media del settore?

Travel Quotidiano, con i suoi oltre trent’anni di storia, si conferma una realtà di primo piano per l’informazione delle imprese del turismo. Ogni sezione è curata da professionisti e aggiornata quotidianamente sul portale, oltre ad includere approfondimenti sui supporti cartacei due volte a settimana. Oltre al ruolo storico di editore specializzato, il Gruppo Travel ha affiancato negli anni tante altre attività per essere una realtà sempre più indispensabile per la filiera. Travel Open Day, fiera itinerante che mette in relazione domanda e offerta turistica in tutta Italia ne è la dimostrazione.

Che tipo di contenuti possono trovare gli albergatori su Travel Quotidiano?

Sul nostro portale gli attori dell’hotellerie possono contare su informazioni di settore sempre aggiornate che possono implementare sui giornali cartacei, leggendo novità sulle catene più celebri ma anche su realtà meno conosciute, affiancate da analisi di mercato e di prodotto.
Inoltre, sempre sul nostro sito, gli albergatori possono restare aggiornati sul mondo del tour operating e delle agenzie di viaggio, oltre a entrare in contatto con essi.
Infine, sulla ricca sessione annunci di lavoro, gli hotel possono cercare risorse professionali qualificate.

TTG Italia

Ci risponde Rita Pucci dalla redazione.

Cosa lo rende diverso rispetto a tutti gli altri media del settore?

È il mercato che riconosce TTG Italia come testata autorevole e lo dimostrano le cifre che la nostra agenzia stampa registra su base mensile, costantemente in crescita. Con il recente lancio di TTG Plus+, ovvero il prodotto integrato tra settimanale cartaceo e l’agenzia stampa web, TTG Italia risponde alle esigenze di mobilità degli utenti e di accessibilità multipiattaforma all’informazione. Presente anche sui social network con una pagina twitter e Facebook dedicate alle news, TTG Italia presidia i principali canali di accesso all’informazione, dando spazio anche a contenuti multimediali come fotogallery e video.

Che tipo di contenuti possono trovare gli albergatori su TTG?

La nostra agenzia stampa è aggiornata in tempo reale, e fornisce news di attualità, con aziende e personaggi di primo piano, oltre a strumenti e studi statistici che supportano i player del settore, tracciando anche le tendenze di sviluppo del comparto. Nello specifico gli albergatori hanno la possibilità di aggiornarsi quotidianamente sull’andamento del settore, sui nuovi bacini di investimento, sulle normative e sugli strumenti tecnologici e trovare sul settimanale cartaceo gli approfondimenti dedicati ai temi di principale interesse di mercato.

Webitmag

Qui è Domenico Palladino che risponde.

Cosa lo rende diverso rispetto a tutti gli altri media del settore?

Webitmag si differenzia perché è focalizzato in maniera specifica sulla tecnologia e sull’evoluzione online di tutta la filiera del turismo. Non a caso è l’acronimo di Web in travel magazine ed è solo online per rispondere rapidamente alle sollecitazioni dei lettori. Si differenzia anche per essere scritto con cognizione di causa, da giornalisti esperti di tecnologia e di turismo B2B e per questo è affidabile quando si tratta di parlare di innovazione e di evoluzioni future del settore.

Che tipo di contenuti possono trovare gli albergatori su Webitmag?

Gli albergatori possono trovare contenuti che vanno oltre la cronaca di settore: studi statistici verificati per comprendere la domanda e orientare le proprie politiche di marketing, case history da cui prendere spunto, opinioni autorevoli e interviste ai protagonisti del mercato, la possibilità di affrontare l’arena online dopo aver compreso quali sono le minacce e quali le opportunità. Possono leggere un magazine che scrive contenuti in base agli interessi dei lettori e possono partecipare a uno spazio di discussione in cui viene data a tutti gli attori del mercato la possibilità di esprimere la propria opinione.

Booking Blog

Vi faccio raccontare da Margherita Neri come Booking Blog, pur essendo un blog come si evince dal nome, sia entrato di diritto in questa classifica.

Cosa lo rende diverso rispetto a tutti gli altri media del settore?

Booking Blog è stato il primo blog di web marketing turistico nato in Italia, quando ancora questo settore era agli albori, ed è nato proprio per dare una mano a tutti gli hotel indipendenti che hanno voglia di migliorarsi attraverso i canali offerti dal web. Il blog è curato da QNT Hospitality – Simple Booking e tutte le strategie consigliate sono ideate e testate da noi in persona o dagli albergatori nostri clienti. Quello che i nostri lettori non troveranno mai sul blog sono comunicati stampa o guest post pubblicitari, se non ritenuti davvero interessanti per loro.

Che tipo di contenuti possono trovare gli albergatori su Booking Blog?

Pubblichiamo tutto quello che può interessare gli albergatori italiani: tecniche e strategie per aumentare le prenotazioni dirette, best practices di Adwords, social media marketing, brand reputation, revenue management, distribuzione e SEO. Inoltre parliamo di novità di settore e pubblichiamo interviste ad esperti, player, albergatori e operatori. Infine gli albergatori possono trovare studi e analisi realizzate dalle maggiori aziende internazionali di turismo.

Hospitality News

Non ho fatto un errore. C’è un altro Hospitality News. Questo però è un blog e ce ne parla Martina Manescalchi.

Cosa lo rende diverso rispetto a tutti gli altri media del settore?

Probabilmente il fatto che ogni singolo argomento trattato sia stato “toccato con mano” dalla squadra di consulenti Teamwork. Parliamo soltanto di argomenti che conosciamo bene e che abbiamo affrontato nel corso del nostro lavoro. Hospitality News nasce proprio con lo scopo di condividere competenze, esperienze e suggerimenti che possano essere utili agli albergatori. Un altro aspetto che i nostri lettori apprezzano e che noi speriamo emerga dai nostri articoli, è certamente la grande passione per il nostro lavoro, tanto da avere sempre voglia di parlarne e di condividerlo nel blog.

Che tipo di contenuti possono trovare gli albergatori su Hospitality News?

Tutto quello che riguarda il settore dell’ospitalità. La nostra forza è proprio quella di riunire competenze anche molto diverse tra loro e, anche se gli articoli sono scritti da una persona, sono sempre il frutto di un confronto tra le varie professionalità. Su Hospitality News si possono trovare quindi articoli su comunicazione, pricing, design, web, revenue… tutto ciò che ha a che fare con l’ospitalità. E ancora: trend, news dal mondo, interviste a esperti del settore, recensioni, eventi. Abbiamo cercato di creare un prodotto realmente utile agli addetti ai lavori e il più possibile completo.

 

Ringrazio tutti coloro che mi hanno gentilmente fornito le risposte per creare questo articolo e a chi ci sta leggendo non posso che dire… buona lettura!

Se vuoi scoprire quali sono i media da tenere d’occhio a livello internazionale, leggi questo post.

Se invece hai altri suggerimenti, scrivici nei commenti.

Isabella Scaccia

Isabella è Industry Manager di trivago per il mercato italiano. Il suo obiettivo è aiutare gli albergatori a migliorare i loro risultati online con consigli utili e semplici suggerimenti di marketing. Negli ultimi anni, Isabella ha contribuito alla crescita della piattaforma italiana di trivago occupandosi di varie attività di marketing e comunicazione. Ora lavora a contatto diretto con gli albergatori per informarli sulle ultime novità nel settore del marketing online per hotel.

More Posts

Iscriviti adesso per ricevere gli ultimi consigli di hotel marketing direttamente via email.
Placeholder Placeholder